Vademecum grammaticale

grammarpic-vademecum-grammaticale-grammateca

Di Simona Comi.

Non basta essere italiani per saper parlare (bene) l’italiano.

Esprimersi in maniera adeguata nella propria lingua sembra un cosa scontata e invece molti madrelingua commettono continuamente degli orrori grammaticali in maniera più o meno inconsapevole.

Il Gramma-team ama la sua lingua e cerca sempre di valorizzarla, sfruttarla al meglio e correttamente, per questo motivo, ha deciso di creare un piccolo vademecum grammaticale da portare sempre in tasca, ripiegato dentro l’agenda, sul desktop e in testa.

ACCENTO e APOSTROFO

DUBBIO FORMA CORRETTA ESEMPIO
sì o si? Dipende. Sì=affermazione

Si=forma impersonale

Vuoi il latte? Sì.

Si dice che pioverà.

the, tè o tè? Gradisci del tè?
gli ho detto o le ho detto? Gli ci riferiamo ad un uomo, le ad una donna Hai parlato con Marta? Che le hi detto?
qualcunaltro, qualcun altro o qualcun’altro? qualcun’altro Non saprei, chiedi a qualcun altro.
aldilà o al di là? aldilà=altro mondo

al di là=oltre

Riposa nell’aldilà.

Al di là del fiume c’è una casa.

daltronde o d’altronde? D’altronde D’altronde non si poteva fare altrimenti.
daccordo o d’accordo? D’accordo Tutti d’accordo? D’accordo!
un o un’? Un + parola maschile

Un’ + parola femminile

Luigi è un caro amico.

Carla è un’antipatica!

ATTENZIONE: le parole come egoista: Lei è un’egoista! Lui è un egoista!

ACCENTO e APOSTROFO II

FORMA SBAGLIATA FORMA CORRETTA ESEMPIO NOTE
perché, poiché, ecc. poiché, perché, ecc. Poiché c’era traffico, ho ritardato.
po’ Mi passi un po’ di pane?
fà, dà, dì fa’, da’, di’ Di’ a Luca di sbrigarsi! Dì= giorno

Dà= lui/lei dà (verbo dare)

ne… ne né… né Non voglio né carne né pesce
E’, e’ È, è È stato un colpo di fulmine!
glielo detto gliel’ho detto Gliel’ho detto che non andava fatto così!
qual’è qual è Qual è il tuo animale preferito?
quì, quà qui, qua Vieni qui!
li, li’, la, la’ lì, là Vai là!
se, sé, sé stesso, se stesso

se stesso

Pensa solo a sé.

Pensa solo a se stesso.

Se=ipotesi

Se andassimo al cinema?

ce’, c’e’, c’è c’è C’è Lisa?
cene, c’è n’è, ce n’è, c’è ne, c’è ne’, ce n’è, ecc. Ce n’è Ce n’è abbastanza per tutti?

 

LESSICO

DUBBIO FORMA CORRETTA ESEMPIO NOTE
entusiasto o entusiasta? Al singolare, sempre entusiasta.

Al plurale, femminile: entusiaste;

al plurale maschili: entusiasti.

Luca è entusiasta!

Le bambine ne erano entusiaste.

I tifosi erano entusiasti del risultato.

 
Psicologi o psicologhi? Archeologi o archeologhi?

Filologi o filologhi?

psicologi, archeologi, filologi. Il lavoro dei filologi non è abbastanza riconosciuto. Quando una parola al singolare termina in

–logo e si riferisce ad una persona*, il plurale termina sempre in

–logi.

*Se si riferisce invece ad una cosa/nome astratto: dialogo -> dialoghi, epilogo -> epiloghi.

Ciliege o ciliegie?

Arance o arancie?

ciliegie, arance Ho divorato un cesto di ciliegie!

 

Le arance erano molto succose.

 

Se le consonanti c o g sono precedute da vocale, il plurale sarà –cie o –gie. Se sono precedute da un’altra consonate, il plurale sarà –ce o –ge.
Segnalibri o segnalibro? Segnalibri Vorrei comprare dei segnalibri. Il plurale dei nomi composti segue il plurale del secondo termine.
accellerare, acellerare accelerare? accelerare C’è traffico, non accelerare!  
aereoporto o aeroporto o areoporto? Aeroporto Sono arrivato in ritardo in aeroporto e ho perso il volo. Il prefisso da cui è formata la parola composta è aero-.

STACCATO O ATTACCATO?

DUBBIO FORMA CORRETTA ESEMPIO NOTE
avvolte, avolte o a volte? a volte A volte mi capita di sognare ad occhi aperti! Avvolte=racchiuse
a posta o apposta? apposta Dillo che l’hai fatto apposta!  

 

VARIE

DUBBIO FORMA CORRETTA ESEMPIO NOTE
A oppure ha? Dipende.

HA: è il verbo avere alla terza persona singolare. Si usa per indicare possesso* o assieme ad altri verbi per formare i tempi composti**.

A: indica un complemento di luogo***, il destinatario di un’azione****, o un tempo/periodo*****.

*Luca ha un cane

**Luca ha detto al cane di non muoversi.

 

 

 

 

***Domenica andiamo a Pisa

****Ho fatto gli auguri a Chiara.

*****A dicembre fa freddo.

Allo stesso modo:

 

Hanno: verbo avere

Anno: sostantivo

Es. Loro hanno mangiato. / L’anno scorso portavo i capelli rossi.

 

Hai: verbo avere

Ai: luogo/destinatario di un’azione

Es. Quanti anni hai? / Ai miei genitori piace il mare.

O oppure ho? Dipende.

Ho: è il verbo avere alla prima persona singolare. Si usa per indicare possesso* o assieme ad altri verbi per formare i tempi composti**.

O: è una congiunzione “disgiuntiva”***, significa “oppure” e indica una scelta tra una cosa e un’altra.

*Ho una bici nuova.

**Ho letto un bel libro.

 

 

 

 

***Cosa ti va di fare? Andiamo al cinema o restiamo a casa?

 
XX°, VIII° XX, VIII È un computer del XX secolo.  
A o ad? E o ed? Dipende. Se la parola successiva inizia con la stessa vocale, allora si può utilizzare la D eufonica. I bambini sono scappati ad abbracciare il padre. Locuzione avverbiale: ad esempio.

Se vuoi consultare spesso il nostro vademecum grammaticale, puoi scaricare la versione pdf qui in basso.

vademecum-grammaticale-grammateca



Simona Comi
The Author

Simona Comi

Editor, docente di lingua.

Comments

Leave a Reply